Translate

lunedì 5 giugno 2017

OSTACOLI

 Sulle falde del pensiero
si stratifica
la marginalità d’esistenza
Compatta nei suoi furtivi
e bislacchi effetti
logora lo slancio di caviglie
non più agili
in quel trapelare effetti del piede
privato di slancio nell’equazione del passo
@Silvia De Angelis 2016

12 commenti:

  1. Il passare del tempo e l'età che avanza fanno sentire, purtroppo, il loro peso, facendo percepire quella difficoltà che avvia al rallentamento dell'energia vitale e psicologica. Versi veritieri che rispecchiano la realtà quando si entra nell'anzianità della vita. Versi molto belli e molto apprezzati. Buon inizio di settimana Silvia!

    RispondiElimina
  2. Rimango ai tuoi piedi..
    Un abrazo Silvia..

    RispondiElimina
  3. Rosa Santinelli Bellissima e molto reale purtroppo, un rallentamento progressivo segna l'eta che avanza , ciao grazie buona settimana baci.)

    RispondiElimina
  4. Luisa Alessandri Con lo scorrere degli anni è facile con l'età che avanza provare disagi e quelle difficoltà che sminuiscono le forze per andare avanti, si perde entusiasmo e quell'entusiasmo che in gioventù erano all'apice della salute. Una realtà in versi veramente scritti col cuore Brava Silvia!

    RispondiElimina
  5. Ela Gentile Belli, incisivi e veri i tuoi versi, sempre piacevole leggere il tuo stupendo poetare. Brava poetessa, i miei complimenti. Ciaooo Silvia

    RispondiElimina
  6. Enrico Garrou Un pensiero delicato cara Silvia.

    Pino Tota la marginalità d'esistenza....un concetto splendido...

    RispondiElimina
  7. Un placer leerte, silvia, muy original tu poema.

    Besos.

    RispondiElimina
  8. Giovanna de Santis La mente vorrebbe , ma le ossa sentono la stanchezza del tempo contagiando anche l' energia Magnifica Poesia sentitissima...la porto con me nel cuore, bacioni

    Agnese Giallongo Una lirica incisiva che arriva al lettore, molto bella Silvia, buon giorno 🌺👍

    RispondiElimina
  9. Sara Cristofori sì, la stanchezza è tanta... bella bella :)

    RispondiElimina
  10. Amo i tuoi giochi di metafora che abilmente sai condurre...
    Un caro saluto
    Ros

    RispondiElimina
  11. Maria Rosa Cugudda Eleganti e scorrevoli versi, quanto profondi! un caro saluto poetessa

    RispondiElimina
  12. L’età non perdona, dobbiamo sempre essere pronti a tutto – prima o dopo sarà quello il nostro modo di vivere – versi che colpiscono per il loro modo di essere – un vero falò che riesce ad imprimere bene nella mente il futuro che ci aspetta.

    RispondiElimina