Translate

mercoledì 30 settembre 2015

SOGNO SFOCATO



 

Nella matrice d’un sogno sfocato

ravviso incisioni remote

d’un nirvana vissuto

E’ un movente lontano

d’un limbo fatiscente

antagonista all’essenza d’oggi

Mi pone quesiti

nell’aria stremata

d’un pensiero imprendibile

che sfasi teoremi di logica

su cui far rinfrangere

con levità

pellicole di sapore mistico

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati giugno 2015

10 commenti:

  1. Complimenti per la metrica e le parole un mare impetuoso da amare
    Maurizio

    RispondiElimina
  2. Rosa Maria Giorgio
    Raffinatezza nei tuoi versi buona giornata Poetessa

    RispondiElimina
  3. Anna Maria Scamarda
    Bei versi evocativi di un ricordo che nonostante sia sfocato, come un pensiero imprendibile, pone quesiti sfasando teoremi di logica. Profonda! Buongiorno Silvy

    RispondiElimina
  4. Rosy Marinelli
    Bellissimo questo tuo sogno sfocato. Buongiorno mia cara Poetessa

    RispondiElimina
  5. Luisa Alessandri
    In questo sogno sfocato mi sono addentrata con la voglia di carpire ricordi velati come certi pensieri che non dovrebbero svanire. Molto profonda questa Poesia che mi lascia riflettere. Che brava mia dolce Poetessa. Sei veramente Poetessa!!!!

    RispondiElimina
  6. Pensieri e ricordi vengono alla mente da un periodo antico e presentano convinzioni che cozzano col vivere e sentire d'oggi, più spartano, gioviale e allegro che rimarcano differenze sui mistici pensieri di cui sono impregnati quei lontani ricordi. Passa il tempo, e mutano anche le nostre convinzioni. Bellissime riflessioni in versi che attraggono alla lettura. Buona serata Silvia ed un abbraccio!
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
  7. Complimenti alla Poetessa, molto profonda questa riflessione, ciao e buona serata, Angelo.

    RispondiElimina
  8. Tra le pieghe del tuo sogno sfocato io mi perdo nell'eleganza del tuo sentire....un rievocare affascinante...è stato bello leggerti...un abbraccio Stefania

    RispondiElimina
  9. Eleganti riflessioni che affascinano!
    Un forte abbraccio da Beatris

    RispondiElimina
  10. Nel sogno l'attore principale è la nostra coscienza. Terreno fertile nella notte fotografa emozionali momenti nello svelamento di sorprendenti scene, raffiguranti serenità di un vissuto, ovvero scene da incubo che irrompono nel ritmo del placido riposo. Nel sembrar fantastico assurdo, pensieri e sensazioni, senza nesso logico, nell'assunto vivente di un mondo reale, pongono dei quesiti che squilibrano la nostra ragionevolezza, tanto da alterare la scienza delle leggi del pensiero nel deviare scene di un surreale sapore seducente. Una lirica, come porta al dibattito del subconscio, relaziona effetti mistici sul piano scientifico della psicanalisi di tipo freudiano. È una poesia che scava a fondo innescando interesse dal punto di vista critico. Complimenti cara Silvia. Ti auguro un buon week end.

    RispondiElimina