Translate

domenica 28 settembre 2014

LA LAVA DEL VULCANO

                                                            


Sminuzzando alacremente
lame di parole
hai innescato
un motivo pirotecnico
troppo abbagliante
E nella misura colma
di vicoli taglienti
nella via che si biforca
ascoltando temi accigliati
accenno a una diversa direzione
in cui la sentinella
approvi toni
lontani assai dalla lava del vulcano…

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati marzo 2014

14 commenti:

  1. Bellissima ... non riesco a trovare altre parole! Ciao Silvia e complimenti sinceri, Vittorio

    RispondiElimina
  2. Splendida...compimenti...buona domenica, poetessa, un abbraccio
    Rosa Maria Giorgio

    RispondiElimina
  3. Momento di riflessione, e anche di timore, per qualcosa di nuovo e inatteso,così la leggo..
    Sara Cristofori

    RispondiElimina
  4. Ciao Silvia, stupenda descrizione, molto affascinante, di momenti problematici ed incompatibili di coppia, che ci portano ad andare altrove per essere più serene e meno stressate, ciao grazie, buona domenica, a presto Rosa
    Rosa Santinelli

    RispondiElimina
  5. Wow....lontani assai dalla lava del vulcano
    Sei un vulcano di poesia, brava!
    Agnese Giallongo

    RispondiElimina
  6. I tuoi zampilli di poesia illuminano il nuovo giorno, grazie!
    Paola Romani

    RispondiElimina
  7. Lontano dai pericoli del mondo...bella Silvia, buona giornata
    Fidia Quaranta

    RispondiElimina
  8. Molto bella, Silvia, buona giornata
    Marta Giaccaglia

    RispondiElimina
  9. Buona domenica gentile poetessa
    Livia Fedele

    RispondiElimina
  10. Felice domenica, Silvia, cara poetessa
    Dora Forino

    RispondiElimina
  11. Già me li vedo i fuochi...buona domenica Silvia cara
    Fany D'Oronzio

    RispondiElimina
  12. Apprezzata
    Enio Orsuni

    RispondiElimina
  13. Grazie infinite, a tutti, delle letture e dei bei commenti
    Buon inizio di settimana e un abbraccio, silvia

    RispondiElimina
  14. Fuoco incandescente pare attorcigliarsi in questi versi che uno dietro l’altro si diramano in varie direzioni e noi , come in un labirinto, facciamo fatica a dipanare la matassa. Berta Biagini

    RispondiElimina