Translate

domenica 27 aprile 2014

IL POTERE DELL'IO

                                                          


Nella voragine d’infinito
ove si posano
le illazioni del pensiero
celate nella matrice del giorno
si tramutano in definite
le proposte assurde e remote
che nominiamo aspirazioni
E in quel vissuto caduco
intravediamo azioni incisive
che smitizzino
la fragilità del potere dell’io
messo a tacere
spesso
da un senso del reale senza scrupoli

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati febbraio 2014

15 commenti:

  1. Grandi verità nei tuoi versi...molto intensi
    Saluti, Marco

    RispondiElimina
  2. Ciao Silvia, bellissime considerazioni poetiche, complimenti, buona domenica a presto rosa.

    RispondiElimina
  3. Lapidaria la chiusa. Bella. ( Bruno Amore)

    RispondiElimina
  4. La vita colma di viottoli riesce ad intersecarsi in questo dire, cercando una via d’uscita – la forza e la volontà non dovranno mai deludere. Non sempre i labirinti sono inespugnabili. Berta Biagini

    RispondiElimina
  5. E' sempre un piacere leggerti complimenti e buona giornata,
    Rosa Maria Giorgio

    RispondiElimina
  6. Bellissima! Ciao Silvia feliz domingo, Nadia Mazzocco

    RispondiElimina
  7. Stupenda....Enza Borioni

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutti delle gradite osservazioni, buon inizio di settimana, silvia

    RispondiElimina
  9. Il nostro io si nasconde di fronte alla dura realtà..bella Silvia, Fidia Quaranta

    RispondiElimina
  10. E' bellissima, Simonetta Simoncini

    RispondiElimina
  11. L’io a volte quando è smisurato può farci sentire uguale a “Dio”, bisogna però anche osare, a costo di perdere qualche partita, puntando sempre in un finale “glorioso”, anche se spesso il senso del reale si presenta senza scrupoli. Credo che l’io, possa rilasciare qualche potere, che aumenta insieme a consapevolezza e buon uso. Forse è con lo svuotarsi di un certo “io”, che potrebbe riaffiorare un altro “io” (Dio?). Buona domenica. Giuseppe Bovello

    RispondiElimina
  12. Stupenda, Rosy Marinelli

    RispondiElimina
  13. L'Io è come la nostra anima e per essere equilibrato, non dev'essere smisurato. Buona domenica sera Silvia! Grazia Denaro

    RispondiElimina
  14. Poesia profonda dentro un sottofondo che mi prende il cuore ogni volta che entro a leggerti!
    Un abbraccio da Beatris

    RispondiElimina
  15. C'è un cielo che guarda e scava tra i riflessi smarriti, circoncisi tra le pieghe dell'anima ... dell'io...il cuore ha occhi e pulsioni da librare ma ogni gesto e parola affiorano imprecisi... come inadeguati a cogliere una giusta e armoniosa quadratura ... così la carne tramuta in scudo e ogni volontà s'affida a una sospesa attesa... al richiamo possibile di un altro miraggio, lontano ma vitale e trasparente ...
    Sottile e raffinata introspezione, intimamente apprezzata... Un abbraccio Silvia...

    RispondiElimina