Translate

giovedì 3 ottobre 2013

SESSO SENZA AMORE

                                                


Nascondono gli occhi
nelle vertebre
oltremisura
appostati su margine del ciglio
per non far battere
il tamburo del ventre
mentre rinasce
sulle pieghe d’amore
Con la bandana strafottente
s’inerpicano
sul precipizio del sesso
cedendo la forza della mente
a mero sfrigolìo fisico
arruffato su mani
volteggianti inutilmente
nell’amalgama di carni svestite

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati giugno 2013

26 commenti:

  1. ciao Silvia, una descrizione poetica molto bella e passionale, complimenti, sono scelte anche queste, secondo me, fine a se stesse, "l'amalgama di carne svestite" e' proprio la definizione giusta, che condivido, di questi incontri avventurosi, ciao grazie baci rosa a presto, buona giornata.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adeguato, come sempre, il tuo intenso commento di oggi, a una lirica che rispecchia situazioni prive di sentimento d'amore...
      Buon pomeriggio e un abbraccio, silvia

      Elimina
  2. Ottima la ricerca di un lessico che trasmette immagini particolari e nitide... Un incipt di grande rilievo e una chiusa efficace...
    Bravissima Silvia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un gran piacere, caro Antonio, leggerti tra queste righe poetiche con
      appaganti osservazioni...
      Un abbraccio, silvia

      Elimina
  3. Incontri diretti alle sole emozioni del corpo, lasciando da parte l'anima...
    Mi è piaciuta molto questa tua, saluti, Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre gradite le tue considerazioni al mio scrivere, Marco caro
      Un sorriso per te, silvia

      Elimina
  4. Realtà diverse che si vivono, nell'ambito dell'amore...
    Baci, Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente sono realtà soggettive, non alla portata di tutti...
      Un bacione, Elisa, silvia

      Elimina
  5. Versi articolati, sentiti, "urgenti" ma misurati, che esprimono un giudizio negativo sul sesso senza amore, ovvero sui rapporti fisici fini a se stessi e considerati pertanto primitivi, istintuali, inutili ("a mero sfrigolìo fisico") e in un certo qual senso persino lubrichi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto efficace, il tuo commento di oggi caro Guardiano, nel suo
      rilevare il significato della poesia...
      Ti auguro un bel pomeriggio spensierato, silvia

      Elimina
  6. Non si può chiamare amore questo stropiccio di corpi ma fare sesso fine a sé stesso.
    Un' altra sfaccettatura messa in evidenza dai tuoi versi su i vari modi di come ci si approccia all'amore o al sesso. Serena giornata,un abbraccio cara Silvia!
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del gradito commento, mia cara, inerente i versi di questa lirica di oggi..
      Tante cose belle per te e un abbraccio, silvia

      Elimina
  7. Si potrebbe aprire uno sgabuzzino, cercando di tirare fuori quanto sino ad oggi è stato tenuto nascosto per paura, vergogna, timore – tutto ciò che possa lasciar pensare ad un fine che solo in pochi gradiscono – l’amore è qualcosa di ben diverso che non dobbiamo mai lasciarcelo sfuggire, mai inquinarlo con altro – bisogna essere coscienti dei nostri sentimenti. Berta Biagini

    RispondiElimina
  8. L'amore è il completamento d'un sentimento profondo, da non confondere col
    sesso fine a se stesso, come giustamente fai rilevare in questo approfondito commento, Berta...
    Un abbraccio, silvia

    RispondiElimina
  9. Il senso del caos di un incontro solo carnale è reso magistralmente dai tuoi versi... il sesso senza amore è vuoto, disarmonia che lascia nell'anima una profonda amarezza. Bellissima! Un forte abbraccio ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sempre una grande emozione leggerti tra le mie righe...grazie infinite
      Un abbraccissimo, silvia

      Elimina
  10. Grande fantasia brava Silvia
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie delle osservazioni, Mau, buon fine settimana anche a te, silvia

      Elimina
  11. Hai ben descritto il linguaggio del corpo senza l'anima,gesti aridi e dissacranti. Vocabolario ben preciso per un effetto di forza evocativa. Ti auguro una buona giornata

    RispondiElimina
  12. Molto gradito il linguaggio, e i toni, che hai usato nell'interpetazione della mia lirica....
    Grazie infinite della tua presenza, Cettina, buon fine settimana e un caro saluto, silvia

    RispondiElimina
  13. Una lirica di forte impatto evocativo per rappresentare le esternazioni sessuali, aride di un corpo che non approfondisce, non cerca..l'anima finendo per sminuire quello che dovrebbe chiamarsi amore!
    Buon fine settimana, Stefania

    RispondiElimina
  14. Molto belle, e assai gradite le tue parole di commento, a questa particolare lirica...
    Buona domenica, Stefania e un caro saluto, silvia

    RispondiElimina
  15. Il sesso fine a se stesso non appaga se non è sfiorato almeno da un briciolo d'amore...specie per la sensibilità femminile...bella e profonda riflessione! Buona giornata Silvia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sono assai grata per le tue assidue letture al mio scrivere...
      Buona giornata, cara Rosanna e un abbraccissimo, silvia

      Elimina
  16. come sempre il tuo scrivere si distingue per l'eleganza , pur nel trattare un tema di difficile collocazione come il sesso senza amore . Per come la vedo io credo che non sia così dissacrante in quanto una situazione del genere scevra da false aspettative può avere i suoi momenti positivi . A meno che non si sia una meretrice del sesso può essere divertente , molto più di certi rapporti condizionati da ben altre aridità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naturalmente, Luigia, in questi versi ho voluto accentuare le caratteristiche d'un rapporto senza amore, per rendere la poesia più intensa, ma, sono vicina al tuo pensiero ,che anche in un incontro senza un marcato sentimento, potrebbero esserci momenti piacevoli...
      Grazie del commento, mia cara, un abbraccio, silvia

      Elimina