Translate

giovedì 18 aprile 2013

QUELL'ACINO



Ebbra di risa
ti celi goduriosa
dietro pampini carnosi
ove racchiudi
significante impronta femminile
immersa nel riflesso vermiglio
d'un chicco d'uva rossa...
Ne mordi vogliosa un acino
oscillando in eteree volute d'amore

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati marzo 2011

8 commenti:

  1. La donna equiparata all'acino d'uva nel suo essere femminile nel suo sorriso, desiderio e sapere amare, bellissima poesia ammirata tanto, abbracci e serena giornata Silvia, giovanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, cara Giovanna, delle belle parole di commento a questa lirica non recentissima..
      Vivi un giorno super, un bacione, silvia

      Elimina
  2. bella carnale e voluttuosa immagine
    ciao francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un gran piacere leggerti in queste righe poetiche,Francesca, con belle osservazioni...
      Buona serata e un bacio, silvia

      Elimina
  3. Una poesia molto godibile nell'intensità del verso che racchiude una raffinata sensualità. Bravissima! Lolly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero entusiasmante leggere i tuoi bei commenti, nelle righe del mio blog...
      Inizia una settimana super, un abbraccio forte,silvia

      Elimina
  4. Molto bella Silvia. Scrivi da Dio... complimenti
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero appagante, questo tuo bel commento....grazie infinite, Maurizio, silvia

      Elimina