Translate

lunedì 18 febbraio 2013

AL MIO SPORTIVO




Nell’irruenza d’un circuito fisico geniale
consolidi espansioni eccessive
del tuo essere esuberante
Si accentuano temerarie evoluzioni
sul circumnavigare esistenziale
motivato da rimbalzi estremi
Corrugano ansimando
le fasce del corpo disallineato
negli assi focali
Dalla tua fragilità espressiva
colgo una mossa infantile
dislocata in quelle fossette
raggirate da una smorfia ambigua
tentennante nel celare
lo spasimo indiavolato

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati febbraio 2013

4 commenti:

  1. Anche su un argomento sportivo sai poetare in modo molto raffinato.
    Buona serata Silvia

    RispondiElimina
  2. Questa lirica è dedicata a mio figlio...e come ben sai "loro" ispirano il nostro profondo più di chiunque altro...
    Grazie della gradita osservazione, vivi una sera super,silvia

    RispondiElimina
  3. Gli ultimi sei versi hanno davvero qualcosa di particolare che solo una mamma può decifrare. Capisco benissimo questo sentire che mi ha riportato indietro nel tempo. Berta B.

    RispondiElimina
  4. Eh si, Berta, la mamma ha una sensibilità particolare nel percepire ogni sfumatura nei tratti espressivi del proprio figlio...
    Grazie di essere qui con i tuoi graditi commenti, un abbraccissimo,silvia

    RispondiElimina