Translate

martedì 13 ottobre 2015

MINUZZOLI



Sulla punta dei piedi

nella parodia di giorni

che logorano la vita

occhieggio

quei rari ambiti di persone

senza maschere

Modesti

dentro un pensiero di luce lunare

passano in rassegna con me

i nugoli della vita

dando rilievo

anche a quei minuzzoli impercettibili

che il più delle volte

raccontano

felicità

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati giugno 2015

8 commenti:

  1. Quelle minime condivisioni affini che dipingono la vita di affetto, facendola diventare leggera, saziando la nostra intensa fame d'amore e d'essere, in versi molto belli! Buona giornata poetessa! Un raggio di sole e un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. In questi versi trovo una ricerca di parole uniche ed essenziali che solo Silvia De Angelis sa fare. Ne esce un'emozione che arriva dentro ad ogni angolo del corpo e lo conquista. Grazie!!! G.Piera

    RispondiElimina
  3. A volte bastano minime affinità convergenti che rendono bella la vita a due in una simbiosi d'amore. Poesia molto bella che esalta il vero nocciolo per avere una vita amorosa appagante. Bella poesia come sempre, bravissima poetessa. Buon pomeriggio ed un abbraccio cara!
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
  4. Marta Giaccaglia
    Usi le parole con maestria piegandole alla tua poesia ...complimenti Silvia buona giornat

    RispondiElimina
  5. Rosa Santinelli
    ciao silvia stupendi pensieri che riguardano la quodidianita', anche dallo scrivere si possono interpretare emozioni e stati d'animo, conoscere le persone , trovare affinita' come nella vita reale, bravissima, ciao grazie buona giornata baci rosa.)

    RispondiElimina
  6. Bello perdersi tra i versi di questa tua poesia, sembra plasmare le parole in armonia di suoni e di immagini...complimenti, l'ho letta con piacere....Buona serata a te, un abbraccio Stefania

    RispondiElimina
  7. Ti servi delle parole come perle per infilare una collana.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Mai mi stancherò di leggere i tuoi versi, cara Silvia, ormai è diventata una dolce abitudine. Ciao, Vittorio

    RispondiElimina