Translate

giovedì 27 novembre 2014

CREPUSCOLO DELLA DISFATTA

                                                           


Retrocede
il cerchio
nell’inerzia soffocante
Castiga il respiro
fattosi labile
E in quell’impaccio
ove ostile spettri
rincorrano sgarbi
e sottili maldicenze
s’affievolisce
il divenire d’estro
nell’ostentazione d’uno sguardo tremulo
rivolto
al primo crepuscolo
della disfatta

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati novembre 2014

11 commenti:

  1. ...un crepuscolo colmo di emozioni..la parola corre elegante e sinuosa tra le pieghe dell'animo. Un caro saluto, mia cara..abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ciao Silvia, bellissima descrizione poetica, la sensazione d'aver fallito in qualcosa ci isola e mortifica spesso, aspettiamo rassegnati quello che ci aspetta, come una tragedia annunciata, penso, ciao, grazie, buona giornata Rosa
    Rosa Santinelli

    RispondiElimina
  3. ...e si rimane inermi, di fronte alla disfatta...molto sentita e bella Silvia.
    Buona giornata
    Marta Giaccaglia

    RispondiElimina
  4. Bravissima poetessa
    Marilena Borioni

    RispondiElimina
  5. Al primo crepuscolo della disfatta....bellissima come sempre, la tua lirica
    Agnese Giallongo

    RispondiElimina
  6. Sottintesi mirabilmente descritti,sempre unica
    Paola Romani

    RispondiElimina
  7. E' sempre un piacere leggerti
    Livia Fedele

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutti dei graditi commenti, buon pomeriggio e un sorriso,silvia

    RispondiElimina
  9. Nella vita siamo sempre pronti ad incamerare anche quello che più ci fa male – oserei dire che ormai ci abbiamo fatto il callo ad ogni situazione incresciosa che si prospetta. Berta Biagini

    RispondiElimina
  10. Si impara molto da te, cara Silvia
    Marta Molinelli

    RispondiElimina
  11. Ogni tuo verso è un'emozione!
    Un abbraccio da Beatris

    RispondiElimina