Translate

domenica 7 settembre 2014

OLTRE LA VITA

                                                     


In quell’andare di cartapesta

s’affievolisce

l’entità d’involucro prezioso

Stremato da latitudini frenetiche

perde il passo

rimanendo una riga indietro…

quella che non permetterà

il salto oltre la tenebra

stagionata

nella rincorsa tacita al silenzio

mentre cabla un battito disperso


Silvia De Angelis tutti i diritti riservati febbraio 2014

18 commenti:

  1. UNA NOTTE PER CASO IN RIVA AL MARE concedevo alla fiaba di impadronirsi di una verità fugace, riconoscevo i sensi della tua femminilità abbronzata e profumata, ti sentivo cantare insieme al tuo venditore, mi avvicinai sommesso e fiero, per vederti meglio tu, di stoffa olorata e un fiore immenso sulla parte destra dell'anima, non capivo dove e perchè ci saremmo lasciati, io in un rudere alla periferia dei sensi virtuali inesprimibili, tu in riva in quel lago limpido e scarlatto, dolcemente contai le nubi nel cielo, mi avvolsi con il sacco di tela marrone, guardai di nuovo le stelle e i tuoi occhi limpidi di cenere. , mi addormenta amandoti , era una strana storia che avevo letto su un libro in disuso abbandonato quella notte per caso in riva al mare
    Casalini Sandro

    RispondiElimina
  2. Ricca di sottintesi, bellissima
    Paola Romani

    RispondiElimina
  3. Ciao Silvia, molto bella e profonda, complimenti, ciao grazie, buona domenica, rosa,baci
    Rosa Santinelli

    RispondiElimina
  4. Nella rincorsa tacita al silenzio mentre cabla un battito disperso...wow, che brava poetessa, bellissima!
    Agnese Giallongo

    RispondiElimina
  5. Brava sempre, Si, davvero!
    Sara Cristofori

    RispondiElimina
  6. Profonda e splendida
    Dany Blasi

    RispondiElimina
  7. Bellissima, Silvia, buona domenica!
    Patrizia Ensoli

    RispondiElimina
  8. Buona domenica elegante poetessa
    Livia Fedele

    RispondiElimina
  9. Bellissima, buona domenica Silvia
    Marta Giaccaglia

    RispondiElimina
  10. Dolci versi, cullati da un'atmosfera meravigliosa.
    Scola Simo

    RispondiElimina
  11. Brava poetessa, buona domenica!
    Dora Forino

    RispondiElimina
  12. Sospesi a un filo noi dipersi, tra la vita e la morte, avarie il fibrillante cuore
    Giovanni Chianese

    RispondiElimina
  13. Vi ringrazio sentitamente, per le considerazioni a questa lirica, e vi auguro un buon prosieguo di domenica, silvia

    RispondiElimina
  14. Favoloso, il tuo poetare, Silvia
    Giuseppe Stanzione

    RispondiElimina
  15. Belle le metafore velate... emozionano...
    Anna Maria Scamarda

    RispondiElimina
  16. Bellissimo testo, Silvia
    Rita Stanzione

    RispondiElimina
  17. Lirica intensa che sa sprigionare profonde sensanzioni...bella in particolare per questo tua scelta espressiva...elegante come sempre, grazie. Un abbraccio Stefania

    RispondiElimina
  18. Ha sempre incuriosito quel pensare al dopo, ma non dobbiamo perderci d’animo – seguire invece quella strada che rettilinea farà arrivare al traguardo senza paura. Berta Biagini

    RispondiElimina