Translate

lunedì 16 giugno 2014

PENSANDO A TE

                                                              


Tempere sfocate
tornano con forza alla ribalta
d’un salto del pensiero
Si fanno baricentro
di realtà remota
straripante sulla volta
d’un libeccio speciale
Ha dato alito
a un’inscindibile creazione d’amore
ampliata nel mio ventre di donna
alla ricerca d’una sembianza
che abbia quel sapore di me
Si è alimentata di tinte d’universo
in cui zolle di stelle
hanno accresciuto
un ruolo cosmico imprendibile
nei dintorni d’una fessura
che emani sempre
voli infiniti di te

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati giugno 2014

12 commenti:

  1. Sensibilità di donna...complimenti Silvia è molto emozionante.
    Scola Simo

    RispondiElimina
  2. ciao Silvia, stupendi versi, molto intensi e raffinati, complimenti, buona settimana a presto rosa

    RispondiElimina
  3. Raffinata poesia letta in un soffio.... Buon giorno cara Silvia
    Agnese Giallongo

    RispondiElimina
  4. Bella, specialmente nell'incipit, ciao Silvia
    Sara Cristofori

    RispondiElimina
  5. Bellissima e suggestiva
    Paola Romani

    RispondiElimina
  6. Silvia sempre belli intensi e molto raffinati i tuoi versi, Buona giornata
    Gabriella Afa

    RispondiElimina
  7. Lirica magnifica e profonda, versi raffinati ed eleganti, vivi e intensi... un abbraccio Silvia!
    Carol Giuliocesare

    RispondiElimina
  8. Un bellissimo pensiero dedicato a tuo figlio
    Saluti,Marco

    RispondiElimina
  9. Grazie a tutti delle gradite osservazioni, buon pomeriggio,silvia

    RispondiElimina
  10. Versi raffinati ch'emanano un richiamo d'amore di tempi remoti, un lessico ricercato e suggestivo
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
  11. Anche se nascosto tra i versi si capta perfettamente il momento che respira – desiderio comprensibile che riesce a trovare il suo punto d’arrivo lassù tra le stelle. Berta Biagini

    RispondiElimina
  12. È il momento più bello della donna quello che non si dimentica mai, l’aver messo al mondo una nuova vita. Nulla è il dolore misto a sentimento di assoluto amore per il figlio nascente. Ricordo che rimane impresso nelle sfocate impressioni del tempo quando al crescere del ventre avvenivano molecolari metamorfosi, che anche se oramai goffo e impacciato il gentil corpo, nulla facevano intendere, se non al piacere di assistere a quell’incommensurabile dono della natura che sempre nutre di gioia e universo stellare ogni momento della vita.
    Sempre emozioni di grande entità generano i tuoi componimenti, cara Silvia. Buon pomeriggio.

    RispondiElimina