Translate

martedì 8 aprile 2014

ER BURATTINARO

                                                       


Sur colle der Giannicolo
fa sentì l’urtimi gridi
er teatrino d‘e marionette
che se moveno disinvorte
pe’ l’abbilità der burattinaro
Tiene ‘n’estro speciale
ne li parmi d’e mani
Sto signore ce sa fa’
anco co’ ‘e parole
e modula a menadito ‘a voce sua
interprete de l’avventure
de quelli pupazzetti
che rideno e piagneno
ne la recitazzione ‘nventata lì per lì
Sa conquistà tutti li regazzini
che se pieno a gommitate
pe’ sta’ ‘n’prima fila
e immedesimasse n‘a vita
de quelli personaggi
Eppure ar burattinaro
capace a manovrà li fili d’e marionette
je piacererebbe de sapè move
queli d’ a vita
spesso balorda pe’‘a‘ fatiga
de riuscì a arivà a ‘a sera
co’n’pizzico de tranquillità
pe’ sognà ancò mamma che te culla

IL BURATTINAIO
Sul colle del Gianicolo
fa sentire le ultime recite
il teatrino delle marionette
che si muovono disinvolte
per l’abilità del burattinaio
Ha un estro speciale
nei palmi delle mani
Questo signore ci sa fare
anche con le parole
e modula bene anche le parole
che interpretano le avventure
di quei pupazzetti
che ridono e piangono
nella recitazione inventata lì per lì
Sa conquistare tutti i bambini
che si danno le gomitate
per stare in prima fila
e immedesimarsi nella vita
di quei personaggi
Eppure al burattinaio
capace a manovrare i fili delle marionette
piacerebbe di saper muovere
quelli della vita
spesso balorda per la fatica
di riuscire ad arrivare a sera
con un po’ di tranquillità
per potere sognare ancora
mamma che ti culla

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati settembre 2012 

 Gentile Concorrente Silvia DE ANGELIS
Abbiamo il piacere di informarLa che la Giuria della II Edizione del Premio Piemonte Poesia, ha terminato i propri lavori, conferendo la Menzione della Giuria per la sezione Identità e Territori alla poesia Er burattinaro.
Nel congratularci per il brillante risultato, La invitiamo ad intervenire alla cerimonia di premiazione, che avrà luogo

Domenica 11 maggio ore 15,30
in corso C.so Galileo Ferraris n° 30 a Torino
presso la Galleria d’Arte Moderna

5 commenti:

  1. Una riflessione profonda in un ironico e arguto poetare...spesso è solo apparente la capacità di gestire ogni cosa. Complimenti anche per la Menzione Silvia, sei bravissima!

    RispondiElimina
  2. Strabelli i tuoi versi in vernacolo
    Saluti, Marco

    RispondiElimina
  3. Complimenti per questo riconoscimento, cara Silvia, ai tuoi bei versi in romanesco
    Un abbraccio, Elisa

    RispondiElimina
  4. Personaggi d'una Roma scomparsa, ricordati abilmente dal tuo scrivere
    Un abbraccio, cara Silvia, Laura

    RispondiElimina
  5. Grazie infinite delle gradite osservazioni, buona serata a tutti, silvia

    RispondiElimina