Translate

lunedì 11 novembre 2013

PRIMA DI ADDORMENTARSI

                                              
                 


Nella languidezza
d’un vezzo
trascinato da anime di buio
cede alla deriva
ogni desinenza cosciente
del chiostro più profondo
Nel labile richiamo del sogno
s’accentua un motivo dominante
fra ebbrezza e sopore
Plagia d’arcano
il fumento del pensiero
divenuto
quasi impalpabile
nel circumnavigare
gli oceani enigmatici
d’un sé
senza difese…

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati agosto 2013 
                                  

22 commenti:

  1. Attimi particolari, prima di immergersi nel mondo del sogno...
    Saluti, Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie delle osservazioni,Marco, buon lunedì, silvia

      Elimina
  2. ciao Silvia, una descrizione molto raffinata ed elegante degli attimi che precedono il sonno complimenti, una descrizione molto affascinante, ciao grazie buona settimana a presto rosa.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre bello leggerti, nelle pagine dei miei blog, cara Rosa, un bacione,silvia

      Elimina
  3. Rimanere accoccolati con i propri pensieri, creare e sognare prima di addormentarsi!
    Un modo per meditare prima di chiudere gli occhi nel sonno!
    Meravigliosi versi accompagnano una dolcissima immagine!
    Un abbraccio e buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, carissima, delle intense osservazioni, a questo scrivere di oggi...
      Buona settimana e un abbraccio, silvia

      Elimina
  4. Un motivo dominante chiude la nostra veglia, i nostri pensieri ceduti al misterioso mondo dei sogni...forse nel sogno ci sarà una realtà nuova, spesso più appagante...Un poetare raffinato e profondissimo! Stupendo anche il video intensamente recitato! Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero appagante, e piaciutissimo, il tuo commento di oggi, Rosanna, a questa lirica di qualche mese fa....
      Tanto sole nelle tue giornate, un bacione, silvia

      Elimina
  5. Un trasporto di quasi incoscenza, prima di entrare nel mondo dei sogni
    Buona settimana, Silvia, Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di leggermi, cara Elisa, un bacio grande, silvia

      Elimina
  6. Una beatitudine che prende nel fantasticare prima che la mente venga obnubilata dal sonno. Un poetare intriso di lessico affascinante. Ti auguro serena giornata, un abbraccio Silvia!
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere che tu, Grazia, apprezzi il mio scrivere poetico...
      Buon pomeriggio e un abbraccio, silvia

      Elimina
  7. Non di facile lettura quest’oggi , mi sono rifatta più volte per comprendere quel sentire che viviamo quando ci intrufoliamo sotto le coperte – occhi chiusi od aperti, un mondo nuovo si apre davanti a noi, in esso ci rifugiamo nella speranza che almeno una parte di quanto desideriamo possa essere vissuto, onde addolcire le ore che un domani ci aspetteranno. Berta Biagini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....è vero la sera speriamo che nei nostri sogni, accadano realtà desiderate, per affrontare, con più lena, il nuovo giorno...
      Buona serata, e un abbraccio, Berta, silvia

      Elimina
  8. Ogni volta che andiamo a dormire portiamo con noi i nostri pensieri, i nostri sogni coscienti (quelli che Freud definisce "resti diurni") e li lasciamo andare alla "deriva", li consegniamo cioè ad una sfera dove tutto è possibile, anche il loro esaudimento, proprio perché l'Io, qui definito "il sé" è "senza difese".
    Complimenti vivissimi e buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .....quelle resistenze, della sera, che lasciamo andare alla deriva, permettono alla mente di vagare con fantasia, nei posti più impensati...forse per poi dimenticare....
      Grazie del bel commento, caro Guardiano, buona serata e un caro saluto, silvia

      Elimina
  9. Particolarmente significativa l'immagine dei pensieri che durante il giorno paludati nel chiostro delle formalità , nel momento del sonno . vengono liberati per andare alla deriva e navigare ,senza lacci, liberi in un mondo fuori controllo .Belle le immagini del video. Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Grazie infinite, Cettina, delle belle parole di commento, che ho gradito moltissimo
    Vivi una bella sera, un abbraccio, silvia

    RispondiElimina
  11. Prima di addormentarmi finisco di contare le stelle perche ne menca sempre una..
    M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazissime del bel pensiero, Mau, buon inizio di settimana e un abbraccio, silvia

      Elimina
  12. È bravura indescrivibile dell'autrice quella di concretare in versi l'assopirsi di uno stato d'animo. Momento, che, subentrando un procedimento transattivo della realtà, apre le porte al surreale inconscio, dove ogni sfera interpersonale ed emotiva, soggiogata dal potere plagiante, non è più intrinseca proprietà dell’individuo. Profondità immensa scavalcante ogni sorta del difficile poetare diviene dolcezza di un verseggiare magnifico. Ciao Silvia, sempre eleganti i tuoi versi.

    RispondiElimina
  13. Grazie, Giovanni, per questo bellissimo e approfondito commento...
    Buona settimana e un sorriso,silvia

    RispondiElimina