Translate

giovedì 11 luglio 2013

VOYEUR

                                             


Allenti le corde dell’amore
scavando in estenuate perturbazioni
insite nella tua loggia sbilenca
Si discosta dall’incanto d’un credo sublime
l’estremo esilio d’un piacere ormai logoro
nel dissentire  gestualità ovvie
estranee a un’uscita di senno
Urla intriganti approdi
nei fiati distorti
respirano clandestini in pianeti oscurati

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati aprile 2012

6 commenti:

  1. Ciao Silvia, riesci sempre a trovare espressioni molto eleganti, musicali e idonee a qualsiasi argomento, facendolo risultare sempre di piacevole lettura, interessante la ricerca delle metafore, complimenti , ciao baci rosa, buona giornata.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi riempiono di gioia i tuoi bei commenti, Rosa, davvero appaganti, nel loro denso significato...
      Un bacione, silvia

      Elimina
  2. Come non si fa a rimanere colpiti da arzigogoli che catturano per la loro veridicità – verità che fanno male, ma sempre purtroppo all’ordine del giorno.Berta Biagini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di esserci, cara Berta, con le tue intense osservazioni al mio scrivere....
      Buon pomeriggio e un abbraccio, silvia

      Elimina
  3. Cara Silvia da te, leggerti è sognare.
    Un abbraccio
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie delle belle parole di commento, buon pomeriggio e un caro saluto, silvia

      Elimina