Translate

martedì 4 giugno 2013

NELLA COLLETTIVITA'

                                     


E’ assai difficile muoversi con disinvoltura nella collettività, ove spesso si viene fraintesi, o non compresi del tutto, nel significato di quanto vorremmo esprimere nella circostanza.
Gli individui, in genere, sono sempre disposti, mentalmente, a  soffermarsi sul lato peggiore delle cose e dei ragionamenti. Ma credo questo sia dovuto alle continue difficoltà della vita e a quanto di negativo e doloroso, spesso accada, nella realtà che ci circonda.
Siamo costretti pertanto,a misurare le nostre parole, e a cercare di insistere, con decisione su quanto intenderemmo dire, esattamente, col nostro sermone dell’occasione.
In ogni caso la gente, mentre discorriamo, ci segue con un’attenzione particolare, mettendoci quasi a disagio e costringendoci a puntualizzare, di tanto in tanto, sulle nostre affermazioni.
Che noia... alla fine si perde quella spontaneità e anche il filo del pensiero, che deve essere continuamente rimbrottato, e smussato, per dargli la giusta mossa e non pericolose deviazioni che potrebbero far scaturire malintesi disdicevoli.
Ma poi alla fine, possibile si debba sempre rendere conto alla lettera dei nostri intendimenti al prossimo? Sembrerebbe proprio di si….per non trovarsi in una futura occasione, importante e che ci riguardi da vicino, in un divieto che potrebbe compromettere il nostro benessere di vita

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati giugno 2013

16 commenti:

  1. Molto interessanti queste tue considerazioni, che condivido pienamente. Buona giornata, Silvia, Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di esserci, col tuo bel commento, Laura, un abbraccio, silvia

      Elimina
  2. E' bello leggere, quanto ti suggerisce l'anima. Un caro saluto, Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre gradita la tua presenza in queso blog poetico.
      Buon proseguimento di giornata e un caro saluto, silvia

      Elimina
  3. I condizionamenti che incontriamo nell'arco della vita, sono moltissimi. Mi ha fatto piacere leggerti, un caro saluto, Eleonora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello leggerti qui, Eleonora! Grazie del tuo gradito intervento, un abbraccio, silvia

      Elimina
  4. Non sempre è facile essere compresi ..e ci sentiamo spesso sotto la lente d'ingrandimento...il tutto poi, fa perdere spontaneità. Condivido le tue ossevazioni.
    Un caro saluto, Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite della tua attenta lettura, Stefania; è sempre un piacere leggere le tue osservazioni sui miei scritti.
      Vivi una splendida sera, un sorriso per te, silvia

      Elimina
  5. Non è certo facile riuscire a mettersi d’accordo con tutti in questo mondo – è una vera utopia. L’importante è non lasciarsi trascinare da idee che potrebbero solo rovinare tutto il nostro lavoro – pensare con il proprio cervello ritengo sia la cosa più giusta.Berta Biagini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mantenere salde le proprie idee, senza farsi coinvolgere da false ideologie, è molto importante.
      Grazie, Berta, del bel commento, un sorriso per te, silvia

      Elimina
  6. ciao Silvia, molto vere le tue parole, quando si parla e' difficile fare arrivare il messaggio a tutti chiaro e senza fraintendimenti, giocano parecchi fattori, la prevenzione,la disattenzione, il non voler capire, il non conoscerci a fondo, il che implica appunto un dialogo prudente che risente di spontaneita', ci si arrampica un po' sugli specchi,per non urtare le persone, scegliendo argomenti al di fuori della politica o del calcio, si parla di ricette non si sbaglia piu'.)) anche nei commenti capita spesso, si possono interpretare cose diverse, dipende anche dal carattere di ognuno se ama la rissa o e' portato ad essere benevolo, di mio non offendo mai nessuno e me ne guardo bene, mi dispiace molto essere giudicata per quel che non sono, solo per superficialita', ciao grazie buona serata rosa.)) baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero molto approfondita, e condivisa da me, alla grande, la tua osservazione a questo elaborato, che rispecchia in modo obiettivo il mio pensiero sul comportamento, spesso moderato, che dobbiamo assumere in un contesto collettivo, per non incorrere in situazioni di disagio.
      Per quanto riguarda i commenti, è bello vedere in quanti modi può essere interpretato un pensiero poetico, anche se non corrisponda a quanto si intendeva comunicare coi versi.
      Naturalmente dispiace essere criticati ma soprattutto essere giudicati in modo inadeguato.
      Grazie delle assidue letture, Rosa, ti auguro una splendida sera e ti abbraccio, silvia

      Elimina
  7. ciao un abbraccio anche a te, buonissima serata, baci rosa.))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei davvero una bella persona, Rosa, i miei complimenti, silvia

      Elimina
  8. Si chiama diplomazia...e anche sensibilità, empatia, amabiliotà, correttezza, ecc.ecc.
    Però occorre fatica, è vero, e alla fine è stressante.Un post che fa riflettere, molto bello! Buona giornata Silvia, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre sensibilissima al senso del mio scrivere, Rosanna, grazie infinite delle intense osservazioni.
      Buon pomeriggio e un abbraccio, silvia

      Elimina