Translate

lunedì 15 aprile 2013

RITROVANDO SE' STESSI

                


Asserzioni e diatribe sfumate
nel tramonto che tuffa l’astro nel mare
planano nella guglia intima
rimanendo impigliate
nel forziere emotivo
Echeggiano a gran voce
nelle sentenze immotivate
dolorose  sul manto della pelle
Lasciano trapelare
rumori invasivi e infausti
insostenibili nella vena del tempo
sanno ampliare la misura dello sguardo
rivolto nel grandangolo che riluce
di sé stessi
fugando quei flagelli del contorno
disposti solo
alla trazione del muscolo
teso per ammutolire chi ha l’amore dentro

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati ottobre 2012

6 commenti:

  1. Stati d'animo... che sai esporre incantando e lasciando riflessioni ed emozioni nella lettura, inchini Poetessa, bacioni giovanna

    RispondiElimina
  2. E' bellissimo leggerti fra queste righe dell'anima, cara Giovanna...
    Grazie infinite delle gratificanti parole, un abbraccio forte, silvia

    RispondiElimina
  3. Una poesia introspettiva nella quale motivare pensieri e sensazioni...
    Saluti, Marco Lato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto gradite le tue osservazioni, Marco, buona serata, silvia

      Elimina
  4. Stupenda! E' la prima esclamazione uscita non appena ho finito la lettura di questa lirica e credo meglio racchiuda tutto il mio gradimento.Davvero molto brava... Bona serata! Lolly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere tu apprezza le mie liriche, non sempre semplici "da assorbire"...
      Grazie delle tue appaganti considerazioni, un sorriso per te, silvia

      Elimina