Translate

domenica 28 aprile 2013

CONTRASTO

                


Nell'odore della notte
ama far scalpitare il suo vocìo
la stanza della coscienza
in quell'unione metafisica
avvolta in un preludio di eteree sensazioni
in cui si identifica il pensiero con l'anima
(un volo immaginoso nell'universo ove i
ricordi seminano luminose scie)

E in quella dimensione recondita
oscillante fa il rosso e il nero
l'infinitudine snoda dense domande
insolute in penombre di vuoto
ove l'altalena di bene e male
cerca invano un equilibrio
che sfuma l'eterno contrasto fra vita e morte

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati  ottobre 2011

8 commenti:

  1. E' nel buio, nella calma della notte, che la coscienza ama indagare a fondo il proprio io che risveglia recondide sensazioni ove i ricordi accendono strali di luce che cercano di scandagliare come radar domande insolute, cercando di redigere un bilancio che sia equilibrato e che non sia in etrno contrasto tra i due passaggi sulla terra: vita e morte. Un approfondito tema cara Silvia che spesso ammanta come seconda pelle molti di noi e di cui è difficile districarci, apprezzata e valente opera.
    Ti auguro una serena domenica e t'invio un caro abbraccio!
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
  2. Molto approfondito, e davvero bello, questo tuo commento di oggi Grazia, a dei versi particolari, che si soffermano su tema insolubile,
    che talvolta sosta, nei nostri pensieri.
    Buona domenica anche a te e un abbraccissimo, silvia

    RispondiElimina
  3. Molto intensi e riflessivi i tuoi versi di oggi. Buona domenica, Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del gradito intervento, un abbraccio, silvia

      Elimina
  4. Riflessioni notturne sulla contraddizione della vita, in splendidi versi! Bellissima Silvia, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa tantissimo piacere leggere le tue osservazioni, alle mie poesie...grazie mie cara. Vivi una bella primavera nelle tue verdi colline, un sorriso, silvia

      Elimina
  5. Nel silenzio - emozioni sono sorrette da tralci di vite che con tutta la loro forza riescono ad elargire colori particolari a quanto nel giorno viviamo. Berta Biagini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Affascinante davvero questo commento, indoneo al senso della lirica di oggi...grazissime, Berta, buona serata e un abbraccio, silvia

      Elimina