Translate

domenica 24 marzo 2013

FRUSCIO



Mi ammalia
quell'ineguagliabile
fruscìo di seta
sbordante
d'incensurata gonna
svolazzante
sui ghirigori dell'anima...

Si fa sinuoso il passo
e ancor più flautato
mentre si sveste la mente...
ignaro
ti allontani dalla mia prospettiva

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati novembre 2010

8 commenti:

  1. Una delle tue che più mi piace. Molto apprezzata.

    RispondiElimina
  2. Grazie, carissima Flox, vivi tanta primavera nella tua domenica, silvia

    RispondiElimina
  3. Una poesia al maschile scritta da una donna è ancora di più apprezzata. Sembra di sentirlo quel fruscìo - Berta B.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto originale il tuo bel commento, graditissimo in questa mattina della domenica...
      Un abbraccio mia cara, silvia

      Elimina
  4. Una poesia molto suadente... Un guizzo di vezzosa coscienza del proprio essere al di là di ciò che non è riuscito a capire chi fa parte già del passato. Lirica armoniosa e molto gradevole. E brava la mia Silvia... non ti smentisci mai... Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero gradite le tue parole di commento a questa lirica "sfiziosa"....
      Buon proseguimento di domenica e un abbraccissimo,silvia

      Elimina
  5. Ammaliante il fruscio della seta nell'accompagnare il passo flautato e lievemente ancheggiante nell'intento di catturare l'attenzione maschile che interessa approcciare, ma molto spesso il nostro lui, delude la nostra aspettativa. Molto bella questa poesia che mette in risalto queste situazioni che cercano con aria innocente di creare le donne.
    Ti auguro una serena domenica cara Silvia e ti mando un abbraccio!
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
  6. Sono vicinissima al tuo pensiero di oggi, espletato nel commento a questa lirica, un pò insolita, ma che mi è piaciuto scrivere in un attimo di creatività accentuata....
    Buon proseguimento di giornata e un abbraccio, Grazia, silvia

    RispondiElimina