Translate

venerdì 1 febbraio 2013

NELLA SERA.....

                                    

Si fa forte il buio, accennando lentamente la sua oscurità e avvolgendoci in un manto
caldo di pensieri intensi…quelli della giornata appena sfuggita al nostro vivere coi suoi
coinvolgimenti e le sue pecche, che lasciano un velo di nebbia sulla nostra coscienza…
ma il giorno a seguire sarà più nitido e  una nuova trasparenza sbiadirà quei colori opachi che,
in qualche modo hanno ossidato il nostro volere….
Nel frattempo il letargo notturno si fa strada in noi, catturandole impressioni immagazzinate 
nel tempo e imprimendogli una pennellata di originalità per renderle più efficaci ed espressive.
Eccoci immersi in una dimensione senza limiti ove possiamo anche volare, diventare invisibili,
e coniugare tutti queidesideri accovacciati nel profondo che nel reale sono del tutto
improponibili per la loro mancanza di efficacia…..e al primo albore siamo­­­­ piacevolmente frastornati
come se ci fossimo ricaricati di una particolare  energia che ci fa intravedere nuove sfumature
d’esistenza, le più nascoste, capaci di ampliare l’ottica del nostro pensiero

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati febbraio 2013

6 commenti:

  1. Il buio...così temuto eppure necessario per ricaricarci di nuove visioni...intensa e profonda riflessione! complimenti Silvia, buona notte!
    rosanna g.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere di leggere le tue osservazioni in questo nuovo blog....un abbraccissimo,silvia

      Elimina
  2. ritrovarsi immersi in una dimensione senza limiti dove è possibile anche volare e far vivere ciò che nel reale è impossibile ..
    versi elegantissimi e coinvolgenti come sempre..

    RispondiElimina
  3. Grazie infinite, Giacomo, del tuo bel commento, un caro saluto,silvia

    RispondiElimina
  4. Il fatto che la vita non ha un significato è una ragione per vivere,l'unica in grado di darle un senso (E.Cioran) e sta a noi ricercarlo come e dove è possibile.Lirica dal carattere densamente descrittivo volta a concettualizzare le sensazioni e le emozioni che permeano il partricolare stato d'animo della brava autrice.

    RispondiElimina
  5. Grazie, caro Francesco, del tuo approfondito commento, che ho gradito tantissimo.
    Buon sabato e un abbraccio,silvia

    RispondiElimina