Translate

mercoledì 20 febbraio 2013

A TESTACCIO




Cianno ‘na storia quell’anfore vote de Roma ‘ntica
frantummate pe’ diventà ner tempo er monte de li cocci
‘Na discarica secolare che cià er vanto de fa nasce
er nome de Testaccio ar sapore d’en’core generoso e fumantino
‘Sto quartiere cià drento ‘a storia de Roma ‘ntica
‘ndo li nobbili s’emmischiaveno co’ l’artiggiani
pe sbragasse n‘a quiete de quer circondario
e gustasse ‘a coda a ‘a vaccinara e l’animelle
Grideno li regazzini n'i cortili d‘e case popolari
a rincore er pallone e tifà p’a squadra der core
Ma puro oggi Testaccio vive ‘e memorie der passato
drento ‘n’emmozzione maggica che nun ze po’ spiegà
arinforzata d’a bellezza de qua piazza famosa
de Santa Maria Libberatrice ‘ndo leggere ballerine
poseno er passo n‘a ringhiera ‘n controluce
cor gemito stupito che je fa eco

 TRADUZIONE
Hanno una storia quelle anfore vuote di Roma antica
frantumate per diventare nel tempo il monte dei cocci
Una discarica secolare che ha il vanto di far nascere
il nome di Testaccio al sapore d’un cuore generoso e fumantino
Questo quartiere ha dentro a storia di Roma antica
ove i nobili facevano congrega con gli artigiani
per rilassarsi nella quiete di quel circondario
e gustarsi la coda alla vaccinara e le animelle
Gridano i bambini nei cortili delle case popolari
e rincorrono il pallone tifando per la squadra del cuore
Ma pure oggi Testaccio vive le memorie del passato
Dentro un’emozione magica che non si può spiegare
rafforzata dalla bellezza di quella piazza famosa
di Santa Maria Liberatrice ove leggere ballerine
posano il passo nella ringhiera in controluce
col gemito stupito che  fa loro eco

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati settembre 2012


 Conferimento Premio Piemonte Poesia

Gentile Concorrente Silvia DE ANGELIS
Abbiamo il piacere di informarLa che la Giuria della I Edizione del Premio Piemonte Poesia, ha terminato i propri lavori, conferendo il Segnalazione di Merito per la sezione Identità e Territori alla poesia A Testaccio.

Nel congratularci per il brillante risultato, La invitiamo ad intervenire alla cerimonia di premiazione, che avrà luogo

Sabato 23 marzo alle ore 15 (anziché le 15,30 già annunciate)
in corso Stati Uniti 23 a Torino
presso il Centro Congressi della Regione Piemonte

Nel corso della Cerimonia di Premiazione, le sarà consegnato il premio attribuito, consistente nella speciale Vetrinetta Poetica del Centro Studi Cultura e Società (allestimento appositamente realizzato, con presentazione personalizzata in cornice del diploma e del testo della poesia premiata).


4 commenti:

  1. Una bellissima poesia in vernacolo romanesco, che mi ha fatto piacere leggere, premio meritatissimo
    Silvia, i miei complimenti sei una bravissima poetessa, posso affermarlo perché da almeno un anno ho letto moltissime tue poesie.Ciao Grazia.
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
  2. E' un gran piacere leggerti qui, Grazia, con un intenso commento davvero appagante.
    Ti ringrazio moltissimo delle belle parole e ti auguro uno splendido giorno,silvia

    RispondiElimina
  3. Intensa e bella poesia che ho il modo di assaporare con le altre tue opere nel tuo bellissimo libro ...'N' ANTICCHIA DE' ROMA MIA...
    Il vernacolo è uno dei dialetti più musicali e ironici d'Italia!

    RispondiElimina
  4. Grazie delle tue assidue letture nel mio variegato percorso poetico, che rispecchia a pieno la mia personalità versatile.
    Ho apprezzato tantissimo questo tuo commento. Tanto sole per te, silvia

    RispondiElimina